Il cambiamento

Ottobre ed il cambiamento

cambiamento pesci

«Non c’è nulla di immutabile, tranne l’esigenza di cambiare»

diceva Eraclito.

Ottobre ci accompagna nel pieno dell’autunno e del cambiamento che esso comporta sia per la natura che per noi esseri umani.

Cambiare è un fenomeno continuo e naturale e la capacità di adattamento consiste nel saper essere flessibili e assecondare il flusso della vita.
Alcuni lo chiamano cambiamento, altri adattamento.

Certe persone sviluppano una fobia del cambiamento mentre altre sono quasi dipendenti dalla novità che implica.

Le prime preferiscono la regolarità, la prevedibilità e l’abitudinarietà mentre i dipendenti amano il rischio, la differenza e l’incertezza.

Del resto, le abitudini consentono di risparmiare energie mentali e riducono lo stress quotidiano, motivo per cui si cerca di mantenerle.
Diventano un fattore penalizzante quando mantengono in vita schemi non più funzionali e che non consentono più di rispondere alle esigenze per cui erano stati costruiti.

In psicologia è noto il fenomeno della “resistenza al cambiamento”: gli esseri umani tendono ad essere conservatori e a respingere le innovazioni anche quelle che, alla lunga, considerano positive per sé, a meno di non essere costretti ad accettarle.

I motivi per cui una persona difficilmente attua un cambiamento radicale nella propria vita sono svariati.
C’è chi può avere paura di ciò che non conosce, preferendo così la situazione attuale, sebbene non soddisfacente.

Si può, inoltre, avere paura di non farcela a sostenere il cambiamento stesso.
Se poi il cambiamento presuppone l’abbandono di persone care, l’individuo può decidere di non lasciarle andare per paura della solitudine e a causa del forte legame di attaccamento instaurato con esse.

Ecco perchè abbiamo deciso di dedicare tutto questo mese al cambiamento e al benessere che esso può comportare, sia da un punto di vista fisico che emozionale.

 

Prossimamente tutte le novità.
Vi ricordiamo che è anche possibile iscriversi alla nostra NEWSLETTER.

 

 

You Might Also Like

No Comments

    Leave a Reply