Il cibo del risveglio

IL CIBO DEL RISVEGLIO: LA FRAGOLA

Il suo nome scientifico è Fragaria, ovvero fragrante, ed era già nota ai Romani, che la utilizzavano per arricchire i banchetti.

La fragola ha un altissimo potere antiossidante ed è ricca di vitamina C; contiene anche ferro, magnesio, calcio e fosforo.
Contiene inoltre acido ellagico che e è un potente anti cancerogeno.

Le fragole vanno lavate con molta cura, in quanto crescono a terra e dunque possono essere contaminate da concimi.

Le fragole liberano istamina, per questa ragione sono uno degli alimenti con il più alto potere allergizzante che, in soggetti predisposti, può portare a sintomi come difficoltà respiratorie, mal di pancia, orticaria, formicolio alla bocca, o in casi rari anche ostruzione dei bronchi, febbre, dermatiti.

Le fragole devono essere assunte con cautela da chi soffre di ulcera, gastrite e colite.
Contengono acido ossalico perciò l’uso è controindicato per chi soffre di calcoli renali o alla cistifellea, mentre possono essere consumate, ma con moderazione, da chi soffre di diabete.

Tratto da “Il cibo del risveglio” di Selene Calloni Williams

You Might Also Like

No Comments

    Leave a Reply