La medicina cinese e il cambiamento

Per la Medicina Tradizionale Cinese, il cambiamento nel nostro ambiente esterno riflette i cambiamenti interni nella nostra salute e nel nostro equilibrio. 

La nostra abilità di cambiare insieme alle stagioni viene riflessa nella salute e nella felicità. 
Quando non siamo in equilibrio con i cambiamenti stagionali o quando siamo soggetti a eccessivo stress nella vita, iniziamo a manifestare sintomi come raffreddore, dolori e fastidi fino a cambiamenti più drammatici e cronici nel nostro organismo e nella nostra identità emotiva, dato che i nostri corpi sono incredibilmente sensibili al mondo che ci circonda.

Le emozioni non integrate correttamente nel tessuto esperienziale della persona non diventano, come dovrebbero, fonte di nutrimento ma causa di disagio e di difficoltà nell’affrontare i cambiamenti della vita. 

Sensazioni come inadeguatezza, tristezza, rimpianto, senso di colpa, frustrazione, abbandono, possono essere percepite costantemente ed indurre uno stato d’animo che rende incapaci di vivere serenamente le continue sfide al cambiamento proposte dalla realtà che ci circonda. 
Questa sensazione diviene talmente pervadente da rappresentare e manifestarsi come un dolore non sopportabile o un’altra somatizzazione (pirosi, colon irritabile, irregolarità mestruali, prurito, ecc.).

Bisogna entrarsi dentro e cogliere le contraddizioni e gli spigoli della mente, affinché corpo e spirito possano essere un tutt’uno e la “visione interiore” divenga anche corporea. 
E’ possibile guardare dentro il corpo solo se la mente è capace di essere flessibile e per farlo, è necessario armonizzare le contraddizioni e i propri lati oscuri, chiedendosi il significato ultimo degli stessi.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *