Elena Bongiovanni

Elena Bongiovanni

EDUCATRICE PROFESSIONALE E COUNSELOR

Sono una counselor, una formatrice e un’educatrice professionale.

Mi piace definirmi facilitatrice di tras-formazioni.

Lavoro da anni come Educatrice professionale e Counselor in molteplici ambiti sociali, presso comunità e associazioni, con le diverse forme della fragilità e della vulnerabilità valorizzando principalmente l’incontro con la persona, le sue relazioni e reazioni integrando diversi metodi e approcci.

Il counselling è un processo relazionale tra Counsellor e cliente, o clienti (individui, famiglie, gruppi o istituzioni). Il Counsellor è la figura professionale che aiuta a cercare soluzioni a specifici problemi fisiologici della vita e, in tale ambito, a prendere decisioni, ad attraversare momenti di crisi, a migliorare relazioni, sviluppare risorse e competenze emotivo-relazionali, a promuovere ed a sviluppare la consapevolezza personale. L’obiettivo del counseling è fornire ai clienti opportunità e sostegno per sviluppare le loro risorse, promuovere il loro benessere come individui e come membri della società. Il cliente è la persona, la coppia, la famiglia, il gruppo o l’organizzazione che richiede di essere aiutata mediante un accompagnamento in un percorso formativo o un processo di sviluppo personale inerente una specifica problematica, nella piena libertà di espressione di sé, dei propri bisogni, credenze, riconoscendo il diritto di autodeterminarsi e di stabilire gli obiettivi per il proprio benessere. 

Come counselor e libera professionista lavoro in sessioni individuali o di gruppo per accompagnare le persone in percorsi di crescita personale, di formazione e di gestione delle dinamiche relazionali, accogliendo e valorizzando l’unicità e la diversità di ciascuno.

Accanto alle attività professionali ho condotto significative esperienze in ambito sportivo, dedicandomi alla kick-boxing per 16 anni, e in attività educative in Madagascar e in Brasile.

Sono affascinata dalla preziosità delle relazioni e dai riti, tradizioni, usanze dei vari Paesi. Un nutrimento immenso, una vera e propria scuola oltre.

Promuovo il benessere delle persone attraverso l’ascolto del corpo e dei suoi segnali, delle emozioni, della creatività, mediando le attività proposte e gli strumenti utilizzati per fare esperienza diretta, integrando corpo e parola, mente e cuore. Facilito la riflessione e l’emersione delle risorse personali e professionali, anche in relazione alla propria e altrui emotività, ai ruoli scomodi, in connessione con i propri sistemi di appartenenza e di valori. Utilizzo metodi attivi, tecniche mutuate dalla kickboxing e dal pugilato, Playback Theatre e metodi derivati dall’integrazione di diversi approcci. 

Credo nell’importanza della valorizzazione delle proprie risorse individuali per stare meglio con se stessi e nelle relazioni personali e professionali e per favorire la cooperazione all’interno dei gruppi. Credo nelle possibilità che l’acquisizione di competenze relazionali ed emotive, il riconoscimento e la destrutturazione di specifici pregiudizi, stereotipi, credenze, il recupero della propria creatività ed il mettersi in gioco attraverso un’esperienza attiva, siano stimolo nel favorire l’emersione e la valorizzazione delle risorse di ogni individuo, già presenti lì, nelle più tasche più nascoste.

Ritengo importante prendersi cura di sé e condurre una manutenzione emotiva periodica anche come professionisti. Per questo conduco incontri di palestra emotiva per professionisti delle relazioni di cura, importanti per poter accompagnare fino a dove ci si è già immersi in prima persona.

Mi ha da sempre caratterizzata il guardare al di là del raccontato, dell’immagine, del disagio, del sintomo, della malattia. I fili che si intrecciano nelle profondità di ognuno/a, là dove ombre, draghi, antenati si incontrano, connettono molto più di quello che in superficie appare. La consapevolezza che, se veniamo delicatamente e gradualmente accompagnati/e ad esplorare connessioni, mandati, pesi presi o donati, a contattare l’intensità delle emozioni, blocchi e nodi possono essere visti, consapevolizzati, riconosciuti, sciolti e pacificati, mostrando un ordito di alleati e di potere personale e meraviglia capaci di auto-cura, scelta, libera espressione, vitalità.

Determinante nel mio percorso personale e professionale è stata l’esperienza sportiva nella kick-boxing, durata circa 16 anni, e l’aver vestito la maglia della Nazionale Italiana. Con i piedi su ring e tatami, mi ha insegnato l’arte dell’incontro con l’altro, tra emozioni, allenamenti, reazioni, movimenti, sguardi, e mi ha stimolata in un percorso di ricerca personale e di formazione continua sui temi della rabbia, dell’aggressività e del conflitto.

Mi sento in continua formazione e trasformazione, trainata dalla curiosità per le relazioni e dall’amore per la vita, per ogni incontro individuale e di gruppo… là dove le persone non si ri-trovano mai per caso.

Formazione

Mi sono laureata come Educatrice Professionale presso l’Università del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro” di Asti nel 2006. Nel 2018 ho conseguito il titolo di Counselor Sistemico Relazionale Professionista al termine di un ciclo di studi di 3 anni presso l’istituto Eteropoiesi di Torino (riconosciuto CNCP), completando in parallelo la formazione come Counselor Espressivo Trasformativo Integrato a Indirizzo Relazionale presso l’Accademia della Trasformazione – Become di Torino (riconosciuto Assocounseling). Nel 2019 ho inoltre portato a termine il percorso di formazione come conduttrice di gruppi con Metodi Attivi Espressivi e Playback Theatre, conseguendo il Diploma di Advanced Level presso la Scuola Italiana di Playback Theatre, affiliata al Playback Centre di New York. Dal 2019 sono Facilitatrice in Psicogenealogia e Costellazioni Familiari ad approccio immaginale (AISCON) e sto concludendo il percorso della scuola con ulteriori approfondimenti. Dal 2020, dopo aver conseguito il livello base, frequento il Corso di specializzazione Metodo PI livello avanzato “Psicobiologia emotiva comportamentale integrata ed assessment emotivo-comportamentale nelle relazioni di aiuto con la dott.ssa Erica Francesca Poli e il dott. Diego Ingrassia.

Da ogni percorso formativo e personale che ho vissuto ho tratto un bagaglio che porto sempre con me negli incontri individuali e di gruppo.

Nella mia attività di counselor e formatrice integro molteplici approcci e metodi, scegliendo gli strumenti che sento essere più in sintonia con le persone ed i gruppi con cui lavoro.

Il mio metodo di lavoro, fondato sull’ascolto profondo e sulla presenza, e la mia ricerca personale mi portano ad essere costantemente impegnata ad approfondire la formazione e fare esperienza riguardo alle dinamiche relazionali, alle connessioni tra storie personali e legami tri-generazionali, ai vissuti traumatici e ai loro effetti, agli stati d’ansia e alle possibilità di regolazione, alla gestione dell’intensità delle emoz

Esperienze lavorative

Dal 2006 lavoro in molteplici ambiti sociali, con le diverse forme della fragilità e della vulnerabilità valorizzando principalmente l’incontro con la persona, le sue relazioni e reazioni integrando diversi metodi e approcci, prima come educatrice professionale, conduttrice di gruppi, formatrice e poi come counselor professionista. Ho svolto attività presso comunità terapeutiche per tossicodipendenti (“Il Tavoleto” Coop.sociale Alice), Centri Diurni per persone con disabilità psico-fisica (Coop. Alice, Coop.Abrate), Educativa di strada (Coop.Caracol) e molteplici realtà associative e private, occupandomi della gestione di gruppi e attività, della conduzione di laboratori tematici, di progetti educativi e della conduzione di colloqui motivazionali e consulenze educative.

Dal 2016 sono operatrice del Centro Antiviolenza Me.Dea di Alessandria, dove conduco percorsi di counseling, gruppi al femminile, workshop e formazioni sulla prevenzione alla violenza. Esperta in dinamiche di potere e violenza di genere, con approfondimenti sulla violenza assistita, gli abusi ed i maltrattamenti, accompagno da diversi anni donne cuoraggiose che vogliono uscire dal ciclo della violenza.

Sono socia fondatrice dell’Associazione Human Art di Alessandria. Nata nell’ottobre 2018, è uno spazio che, accogliendo un particolare intreccio di sguardi capaci di oltrepassare, passioni personali e libertà creative di alcuni professionisti, è finalizzato alla promozione del benessere degli individui, delle loro relazioni interpersonali e della comunità. In questo spazio le arti e le umanità si fondono e consentono di progettare percorsi formativi e trasformativi, laboratori di sviluppo e crescita personale, esperienze di consapevolezza individuale e di gruppo, percorsi di counseling, fotografia sociale e laboratori artistici volti a facilitare la libera espressione di sé, la cura, l’ascolto dei cambiamenti e delle trasformazioni necessarie al miglioramento della relazione con se stessi e con gli altri.

Come libera professionista e counselor (CNCP n.11287, attività professionale di cui alla Legge 14/01/2013 n.4) svolgo attività di counseling individuale e di gruppo (rivolti anche a coppie e famiglie), supervisione e formazione.

Conduco workshop e laboratori esperienziali sulla rabbia e l’aggressività, sulla manutenzione emotiva e le emozioni, sulla valorizzazione delle diversità, sulla gestione dei cambiamenti, sul femminile e sulle dinamiche relazionali, anche in ambito lavorativo. Ho lavorato con allievi ed équipe di insegnanti di istituti professionali e di scuole (primarie, secondarie di primo grado e di secondo grado), con équipe multidisciplinari (presso Consorzi Socio Assistenziali, Comunità educative e riabilitative), con gruppi associativi e gruppi di famiglie.

Svolgo inoltre attività di didattica elettiva presso l’Università di Torino (Corso di Laurea in Infermieristica) e didattica integrativa presso l’Università di Savigliano (Corso di Laurea in Educazione Professionale) sui temi della violenza di genere, della rabbia e dell’aggressività tra sé personale e sé professionale.

Nei percorsi per gruppi e team prediligo, laddove è possibile, un lavoro sinergico di integrazione tra diverse professionalità. Per questo negli anni ho avviato preziose collaborazioni con professionisti e professioniste che si occupano, in vari contesti, di relazioni di cura. Sono soprattutto molto grata per questi incontri con persone meravigliose e competenti, con le quali ho intrecciato sinergie, creato percorsi, avuto opportunità di personale e professionale tras_formazione. Con alcune di esse ho percorso tratti di strada, con altre da tempo risuoniamo creando e promuovendo congiuntamente percorsi e proposte, con altre ancora stiamo progettando preziosità, lanciando il cuore oltre l’ostacolo.

Al Riccio, Elena è disponibile per: 

  • Colloqui Individuali;
  • Cerchio di Fuoco – Uomini in Trasformazione;
  • Vertigini – Adolescenti in Evoluzione.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su email