Costellazioni Familiari Individuali

costellazioni familiari individuali

Le costellazioni familiari sistemiche sono una tecnica ideata da Bert Hellinger che ha lo scopo di risolvere problematiche attuali che sono legate a traumi familiari irrisolti, attraverso la “messa in scena” dell’evento traumatico. 

Tutti veniamo al mondo in una famiglia. Proveniamo da genitori, prima c’erano i nonni e poi ci sono stati o ci saranno fratelli e sorelle. Alcuni di loro non li abbiamo mai conosciuti o sentiti nominare. Ma quello che si rende evidente durante una costellazione è che ciascuno di noi rimane collegato a tutti i componenti della famiglia al livello dell’anima e ciò si riferisce a varie generazioni, al di là di quanta distanza fisica e culturale possa essersi creata tra noi e loro.

Molto efficaci nella terapia familiare, di gruppo, di coppia, individuale, nella scuola, in azienda e nelle carceri, la loro caratteristica principale è quella di fare riferimento agli “ordini dell’amore” e alle forze guaritrici delle origini del sistema familiare.

Spesso la nostra vita viene condizionata da destini e sentimenti che non sono veramente nostri ma possono essere dovuti a grovigli sistemici familiari che vengono portati alla luce attraverso il processo delle Costellazioni.

Sembra che continui ad agire dentro di noi una struttura arcaica, cieca e inconscia, preposta alla coesione e all’appartenenza nel sistema familiare.
Per questo, se in una famiglia è stato dimenticato un membro o escluso, per questa legge inconscia, un altro membro giovane, di generazioni successive, porterà su di sé il destino di questi e cercherà di seguirlo nella sua tragica sorte.

Nelle Costellazioni è evidente che i figli condividono i limiti e le energie della loro famiglia indipendentemente dal fatto che i membri della famiglia stessa ne siano coscienti. Ci sono legami invisibili e impercepibili con tutti i membri della famiglia, inclusi quelli che non conosciamo come ad esempio parenti deceduti per aborto, per gravi malattie o incidenti in giovane età. O addirittura uno zio che si è arricchito a scapito di qualcun altro di cui non ne  sapevamo l’esistenza. 

Le rappresentazioni mostrano che la famiglia è un sistema governato da regole precise che si ripetono nel tempo e nel corso di generazioni.

Quando ci sentiamo bloccati pensando che siano gli altri a tenerci fermi, è quasi sempre vero il contrario. Potremmo essere noi a rimanere inconsciamente legati a qualche nostro antenato attraverso qualche bisogno che non riusciamo a lasciar andare. Esercitare la nostra forza per ottenere qualcosa dagli altri quando non sono disponibili a darcela crea una sorta di buco nero che inizia ad assorbire il resto della nostra vita. È una trappola che può evolvere negativamente bloccando l’intero sistema.

Con le Costellazioni si riesce a vedere qual’è il meccanismo che ci tiene fermi e che ci fa pretendere dagli altri.

Quando saremo davvero pronti a liberare gli altri dai nostri bisogni, scopriremo profondamente che è prima di tutto noi stessi che stiamo liberando.

Il benessere, l’auto-realizzazione, la felicità, la serenità, l’armonia, la pace interiore e l’amore sono gli obiettivi che ciascuno di noi si propone di raggiungere e sono bisogni fondamentali tanto quanto mangiare, bere e respirare.

Ritrovare noi stessi e il senso autentico della nostra vita, stare bene, vivere relazioni sane e felici è possibile, e non dipende solo da noi, dal nostro sforzo ostinato, da un miracolo o da una grazia divina.

Non siamo individui isolati, siamo parte di un sistema, veniamo da un nucleo familiare e ne costruiamo uno nuovo.

Come una pianta che per essere sana e portare buoni frutti deve stare in un terreno fertile, venire irrigata, avere spazio, luce e calore per crescere, così anche noi. 

La prima cosa da fare è guarire le nostre radici, sanare i rapporti con la pianta da cui siamo stati generati.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *